ANF, ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE, QUANDO SPETTA E COME RICHIEDERLO

modulistica-inps

Spesso sentiamo parlare di ANF, ma cos’è di preciso? Si tratta dell’assegno al nucleo familiare che viene dato dall’INPS a tutte le famiglie di lavoratori dipendenti e pensionati di lavoro dipendente, con nuclei familiari composti da più persone e con un reddito inferiore a quello determinato dalla legge.

La composizione del nucleo familiare per la richiesta dell’assegno deve essere come di seguito:

• il richiedente lavoratore o il titolare della pensione
• il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
• i figli legittimi o legittimati ed equiparati di età inferiore a 18 anni o maggiorenni inabili, purché non coniugati;
• i figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di “nuclei numerosi“, cioè nuclei familiari con almeno 4 figli e tutti di età inferiore ai 26 anni;
• i figli maggiorenni ed equiparati che si trovino, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nella assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro;
• i fratelli, le sorelle e i nipoti del richiedente, minori o maggiorenni inabili, solo nel caso in cui essi siano orfani di entrambi i genitori, non abbiano conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non siano coniugati.

La domanda va presentata per ogni anno a cui si ha diritto, al proprio datore di lavoro se si è dipendenti, all’INPS se il richiedente è addetto a servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, iscrizione alla gestione separata o pensionati con diritto agli assegni previdenziali.

La domanda per l’ANF va presentata:

• WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino munito di PIN attraverso il portale dell’Istituto – servizio di “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito”;
• Contact Center – attraverso il numero 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico
• Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi

Per ulteriori informazioni cliccare qui -> INPS

Condividi
0