La figura dell’architetto

L’architettura è una particolare arte attraverso la quale si può dar vita a progetti e costruire in uno spazio stabilito dal committente dell’opera.

La figura dell’architetto è una guida alla creazione della struttura che si intende realizzare nel pieno rispetto dei limiti e delle normative stabilite dalla legge. Un immobile deve corrispondere alle varie esigenze richieste dal mondo di oggi e quindi deve saper offrire ambienti efficienti e piacevoli, flessibilità e comodità. Per questo è indispensabile affidarsi ad un professionista che possa garantire la presenza di tutte le caratteristiche nell’opera.

L’architetto opera in vari campi tra cui la ristrutturazione di immobili, ufficializzazioni di situazioni energetiche, rilascio di certificati di agibilità, assistenza e progettazione di esterni ed interni.

L’arte di questo mestiere consiste nel saper combinare la creatività con tutti i principi e gli schemi offerti dall’ingegneria pianificando la costruzione di edifici residenziali, commerciali e industriali.

Gli architetti sono generalmente impiegati presso determinate agenzie dislocate su tutto il territorio ed offrono servizi nel settore pubblico e privato partendo dalle ditte di costruzioni a servizi svolti per i governi.

Uno degli obblighi a cui sono tenute queste figure professionali è la redazione di tutte le informazioni che riguardano il costo dei materiali e quello della forza lavoro oltre la tenuta di tutta la documentazione e le autorizzazioni necessarie alla messa in opera del progetto.

La formazione in architettura

Per ottenere la qualifica di architetto e necessario seguire il percorso formativo appositamente creato per questo ruolo presso le varie università che lo prevedono ed è necessaria l’iscrizione nell’albo ad essa dedicato.

L’esame di stato in architettura è accessibile a coloro che abbiano già conseguito una laurea in architettura e ingegneria edile e prevede il sostenimento di una prova pratica con la progettazione di un’opera edile o lo sviluppo grafico di un progetto, due prove scritte e una prova orale.

Le condizioni e il numero di prove previste nell’esame di stato possono variare a seconda dei requisiti posseduto dal candidato ed in base al tipo di sezioni a cui si desidera accedere.

La città di Firenze in Italia, è una meta ambita da tutti gli appassionati dell’architettura in quanto rappresenta questo mondo in tutta la sua bellezza.

Questo particolare attira anche molti giovani che desiderano intraprendere un corso di studi in Architettura e che scelgono di stabilirsi nella città e di sostenere qui l’esame di stato necessario per l’esercizio della professione.

Per la partecipazione all’esame di stato in architettura a Firenze bisogna seguire l’iter previsto per la candidatura, l’invio di tutta la documentazione e la presenza dei requisiti previsti per effettuare l’iscrizione.

Per ottenere maggiori informazioni si possono anche consultare i siti di riferimento agli esami di stato ed ottenere maggiori chiarimenti su tutta la procedura e sul funzionamento delle prove previste all’esame.