Bonus per effettuare lavori in casa, di cosa si tratta e come ottenerlo

bonus lavori in casa 2013

Tra un mese e mezzo saranno chiusi i bonus per effettuare lavori in casa, quindi se avete intenzione di avviare o completare dei lavori di recupero edilizio o risparmio energetico è il momento di farlo e velocemente.

I bonus sono dei benefici fiscali che il Governo ha concesso per incentivare il mercato edilizio e quello degli arredi che è stato profondamente colpito dalla crisi. 

Il bonus finisce il 31 dicembre 2013, si può godere del 50% di detrazione sulle spese sostenute, mentre dopo questa data la detrazione sarà del 36% e non tutti potranno beneficiarne.

Scopriamo i bonus:

Le ristrutturazione hanno una detrazione del 50% fino ad un massimo di 96.000 euro; da gennaio si ritornerà al 36% fino ad un massimo di 48.000 euro. Per i condomini c’è tempo fino al 14 giugno 2014, ma i lavori non devono riguardare manutenzione straordinaria, di risanamento, bonifica o abbattimento delle barriere elettroniche.

Gli interventi antisismici, motivati dalla zona ad elevato rischio ed effettuati sulla prima casa o su stabilimenti produttivi, possono detrarre il 65% fino ad un massimo di 96.000 euro.

Le opere per il risparmia energetico possono avere il 65% di detrazione con i seguenti tetti massimi:

• riqualificazione energetica degli edifici, 100 mila euro;
• installazione di pannelli solari o infissi speciali o specifiche opere murarie, 60 mila euro;
• sostituzione degli impianti di riscaldamento, 30 mila euro.

Acquistare arredi ed elettrodomestici porta al 50% di detrazione, ma i secondi devono rientrare nella classe energetica A: tetto massimo di 10.000 euro.

Cosa state aspettando? Volete fare dei lavori, richiedete il bonus finché siete in tempo.

 

Condividi
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *