Come ottenere una pensione da casalinga

di |
Condividi:

casalinghe pensioni

Il 1 gennaio 1997 fu realizzato un fondo di previdenza per tutti coloro che svolgono attività di cura familiari ma che non ricevono nessun compenso, come le casalinghe che passano la maggior parte della loro giornata a badare a casa e famiglia. Questo fondo di previdenza è stato creato per le donne e per gli uomini con età trai i 15 e i 65 anni, ma chi ha diritto a ricevere le pensioni casalinghe dell’INPS?

Si può iscrivere al fondo pensioni casalinghe:

  • Chi non ha una pensione diretta
  • Chi non è registrato presso altro ente previdenziale
  • Chi si occupa della cura della propria famiglia e non percepisce soldi

Tutte le donne che vogliono iscriversi al fondo previdenziale devono fare richiesta diretta all’ufficio preposto dell’INPS, inviarla per mezzo posta con raccomandata con ricevuta di ritorno oppure inserire la propria richiesta online tramite il sito dell’INPS.
Le persone che in passato si sono iscritte alla Mutualità pensioni, sono iscritte automaticamente al nuovo fondo previdenza, mentre i contributi INPS che hanno già versato saranno considerati come premio unico di ingresso.

Quanto si deve versare per ottenere l’INPS pensioni casalinghe?

Il versamento dei contribuiti INPS per le casalinghe è a scelta di chi è interessato, l’ente effettua un conteggio dei versamenti, divide la somma dei contribuiti versati in un anno per 25,82.

I contributi possono essere pagati in un qualsiasi momento dell’anno, non c’è una scadenza precisa, la cosa importante è che il pagamento avvenga in modo corretto utilizzando gli appositi bollettini postali intestati all’INPS.

Infine, chi versa i contributi può dedurli dal reddito imponibile Irpef, anche nel caso in cui i versamenti sono effettuati da un membro della famiglia che sia fiscalmente a carico del dichiarante.