È possibile aprire un conto bancario in un altro paese?

Molte persone si chiedono come aprire un conto  bancario in Slovenia, Svizzera, Regno Unito, Lussemburgo, ecc. La maggior parte degli utenti credono che aprire un conto all’estero sia semplice, ma in realtà portare a termine questa operazione non è così facile. Ciò è dovuto al fatto che molte banche si oppongono all’apertura di conti bancari a persone che non sono residenti e, quindi, pongono molti ostacoli non indifferenti:

  • Di solito richiedono al cliente di recarsi di persona in un ufficio bancario situato nel paese in questione. In questa direzione, tuttavia, si stanno compiendo
  • molti progressi e l’apertura del conto sta diventando più semplice aprirlo online.
  • Se non è necessario presentarsi nel paese interessato, gli istituti di credito di solito richiedono un reddito di almeno 100.000 euro.
  • Le banche in alcuni paesi applicano tariffe molto elevate rispetto a quelle stabilite nel nostro paese.
  • Aprire un conto in paesi come il Regno Unito richiede la residenza in loco. Per questo, è necessario mostrare un contratto di affitto o di lavoro.

Un’altra opzioni, l’apertura di un conto bancario in Svizzera, molto richiesta, data la loro vicinanza al nostro paese e la consolidata solidità delle loro banche.

Ci sono altri modi per aprire un account in un altro paese?

Sì. Grazie alla diffusione delle banche fintech è possibile accedere ai prodotti provenienti dai paesi europei dall’Italia. I conti commercializzati da queste banche sono di solito conti senza commissioni, senza requisiti e con un funzionamento digitale al 100%. Inoltre, il servizio clienti è di solito uno dei suoi punti di forza, in quanto possiamo comunicare anche in italiano attraverso diversi canali, come chat, e-mail, telefono, Whatsapp, ecc.

Come aprire un conto bancario in un’altra valuta?

Un conto in valuta estera può essere essenziale per molti clienti privati ​​che si trovano all’estero o per aziende che vendono o importano prodotti stranieri. Il modo più rapido è quello di confrontare la fornitura di servizi bancari fintech. Queste banche online ci consentono di avere conti operativi in ​​valuta estera. Inoltre, alcuni di questi sono di solito conti senza requisiti, senza commissioni e consentono di operare in tutto il mondo in più di una valuta.

Un’altra opzione è quella di richiedere alle banche italiane l’apertura di un conto in un’altra valuta, sebbene stipulare questo tipo di contratto può avere un costo elevato. Ad esempio, l’apertura di un conto in dollari nelle principali banche italiane può avere un costo mensile compreso tra 4 e 18 euro.

Condividi
0