Formarsi a distanza: i migliori corsi per Wedding Planner

wedding planner corso
Condividi:

La professione del Wedding Planner richiede un’adeguata preparazione per poter offrire il miglior servizio agli sposi e rendere il loro giorno speciale e indimenticabile.

È necessario che il lavoro venga svolto con metodo e competenze specifiche che, non si possono acquisire solo per “tentativi” ed esperienze. Occorre un’adeguata preparazione che solo dei corsi specializzati per Wedding Planner può dare.

wedding planner corso

In questa professione l’improvvisazione non è contemplata, inoltre, per poter diventare famosi nell’ambiente e guadagnare bene, bisogna mostrare referenze positive che, solo eventi curati nel minimo dettaglio, possono spingere i clienti a rilasciarle.

Quindi, per diventare Wedding Planner bisogna passare attraverso una formazione completa, frequentando dei corsi certificati.

Formazione per Wedding Planner

Se vuoi diventare Wedding Planner e condurre studi specifici, puoi valutare diverse possibilità. Se ti sei appena diplomato e vuoi seguire un corso di laurea, un’idea sarebbe quella di seguire un indirizzo attinente come quello incentrato sulle Pubbliche Relazioni, Scienze delle Comunicazione e Marketing.

Perché questi corsi di laurea? Perché è importante relazionarsi con le persone e saper vendere i propri prodotti e convincere potenziali clienti ad affidarsi a te.

Le nozioni di marketing, inoltre, aiutano a gestire meglio la parte economica e redditizia dell’attività.

Esistono poi dei corsi specifici per wedding planner, che possono essere una prosecuzione rispetto agli studi precedenti, oppure, degli studi specifici da fare.

Tramite questi corsi è possibile conoscere i segreti di questa professione, affrontando argomenti vari come il catering, il banqueting, il marketing e la comunicazione, la location e l’allestimento.

Tra i vari corsi organizzati in Italia, c’è anche il Corso wedding planner Online che, è possibile seguire da casa. Proposto durante il periodo del primo lockdown in cui la formazione è stata spostata quasi del tutto a distanza, il corso è stato ben strutturato in modo da fornire lo stesso livello didattico offerto in presenza, offrendo una preparazione specialistica a 360°.

Perché decidere di seguirlo? I motivi sono tanti, ad esempio, se hai deciso di intraprendere questa professione e vuoi approcciare in modo giusto grazie a una buona formazione preliminare.

Oppure, se già svolgi questa professione, ma vuoi mettere un po’ di ordine nei vari processi gestionali e dare impostazione metodologica diversa.

Inoltre, il poter seguire tutto online, all’interno di un’aula virtuale, ti permette di non rinunciare alla tua formazione, anche se sei in viaggio.

Wedding Planner: dopo la formazione comincia il lavoro

Il wedding planner non ha un inquadramento civilistico bene definito, ma questo non vuol dire che non si debbano pagare tasse contributi.

È necessario aprire la Partita IVA, iscriversi alla Gestione Separata INPS e versare i contributi, che, saranno calcolati in base al reddito lordo annuo in una percentuale del 25,72%.

Il wedding planner può scegliere di aderire al Regime Forfettario che, gli permette di avere numerosi vantaggi se il reddito è inferiore ai 65.000 euro annui. Senza andare troppo nello specifico, possiamo dire che la burocrazia necessaria per avviare questo tipo di attività è la stessa di un organizzatore di eventi.

Successivamente, bisognerà iniziare a proporsi ai clienti, proponendo progetti interessanti per rendere speciale il matrimonio, grazie alle competenze acquisite con la formazione.