Il colloquio

colloquio di lavoro

Affrontare nel giusto modo il colloquio di lavoro è la carta vincente per avere più possibilità di ottenerlo.

Con il colloquio di selezione l’azienda vuole capire se il candidato è adatto o meno alla posizione per a quale si candida e se rientra nei requisiti delle necessità aziendali.

Gli argomenti del colloquio di lavoro:

– Il curriculum vitae presentato

– Informazioni del candidato sui lavori precedenti e del settore di cui si occupa

– Precedenti esperienze lavorative e aspettative riguardanti il nuovo lavoro

– Capacità di autovalutazione del candidato

– I propri interessi e il tempo libero.

Inoltre, l’esaminatore da molta importanza all’atteggiamento assunto e e al modo di gestire le proprie emozioni in quel momento.

Cosa fare per affrontare il colloquio?

– Informarsi sugli obiettivi e sulle pretese dell’azienda

– Averete un atteggiamento sereno

– Ascoltare attentamente le domande e rispondere sinteticamente e in modo preciso

– Valorizzare le proprie conoscenze ed esperienze lavorative.

Come comportarsi?

– Salutate cordialmente

– Fate un bel respiro, sedetevi e non lasciatevi prendere dall’ansia.

Cosa vi chiederanno?

” Mi parli di lei…”

Una domanda per rompere il ghiaccio, l’importante è parlare sempre delle esperienze lavorative e scolastiche e mai personali. Siate brevi e allo stesso tempo naturali e spontanei.

“Perché volete cambiare lavoro?”

Evitate di dire bugie ma cercate di non mettervi in cattiva luce parlando delle problematiche riscontrate con il precedente datore di lavoro o con i colleghi. Mostratevi sereni e dite che volete esprimere le vostre potenzialità in un nuovo ambito.

“Perché ci ha mandato il suo Curriculum Vitae?”

Questa domanda serve per capire le vostre motivazioni; parlate del fatto che avete preso informazioni sull’azienda e che quanto appreso vi ha soddisfatto, aggiungete che i vostri obiettivi lavorativi coincidono con quelli dell’azienda e affermate di avere le capacità adatte per ricoprire il ruolo.

“Quali sono i suoi punti di forza?”

Parlate delle vostre qualità:

– capacità di problem Solving

– capacità di leadership

– flessibilità nel lavoro

– atteggiamento positivo.

“Quali sono i vostri difetti? Come pensate di migliorarli?”

Parlate di vostri difetti e che state lavorando su di voi stessi per migliorarli.

“Perché vuole proprio questo lavoro?”

Una domanda importante per capire i vostri valori e intenzioni; non parlate di soldi e di carriera, ma solo che volete il lavoro perché avete le conoscenze e le capacità necessarie.

Alla fine del colloquio, l’esaminatore vi chiederà se avete domande da fare, preparatevi alcune domande a casa inerenti alla situazione dell’azienda e alla figura ricercata.

Mostrarsi entusiasti è un buon segno, non dimenticatelo.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *