IRES: cos’è, come si calcola e come si paga

Mentre le persone fisiche pagano l’IRPEF, le società devono pagare l’IRES. Si tratta di un’imposta proporzionale sui redditi della società e a partire dal 2017 l’aliquota è scesa dal 27.5% al 24%.

Ma come si calcola, come funziona e soprattutto quando e come si paga? Scopriamolo assieme!

Cos’è e come si calcola

Entrata in vigore il 1 gennaio 2014, l’IRES è stata istituita tramite il decreto legislativo 344/2003, andando a sostituire la vecchia IRPEG che riguardava le persone giuridiche. Viene calcolata ogni anno applicando un’aliquota proporzionale alla base imponibile che si ottiene sottraendo i costi deducibili ai ricavi. A tal proposito è bene sapere che non tutti i costi sono deducibili ai fini IRES, così come non tutti i costi sono interamente deducibili, mentre per altri è possibile dedurre più del 100%. Proprio per questo motivo la determinazione dell’imposta richiede un calcolo complesso per cui risulta opportuno utilizzare appositi software e chiedere l’intervento di professionisti del settore.

A titolo di esempio indichiamo:

* i compensi agli amministratori, indicati in bilancio ma non ancora pagati, non sono deducibili;

* i costi inerenti le autovetture, come quelli per l’acquisto e la benzina, sono deducibili solo per il 20%;

* le multe intestate alla società non sono deducibili;

* il costo per beni materiali, strumentali all’attività svolta, può essere dedotto del 130% grazie al superammortamento.



Saldo e acconti

Una volta determinato l’ammontare dell’imposta IRES, bisogna procedere con il relativo pagamento. Questa imposta deve essere versata con il meccanismo del saldo e degli acconti. In pratica quando si fa la dichiarazione dei redditi si determina l’intera imposta e a questa devono essere sottratti gli acconti pagati nell’anno precedente. In particolare entro il 30 giugno di ogni anno si deve pagare il saldo dell’anno precedente e il primo acconto inerente l’anno in corso. Entro il 30 novembre, invece, bisogna versare il secondo acconto. Il metodo generalmente utilizzato per determinare gli acconti è il metodo storico. In pratica si paga come primo acconto il 40% dell’imposta dell’anno precedente, mentre il 60% come secondo acconto.

Modello F24 e codici tributo

Per pagare l’IRES bisogna utilizzare il modello F24 e pertanto è importante conoscere i codici tributi da utilizzare. Per la prima rata IRES bisogna utilizzare il codice 2001, mentre per la seconda rata si usa il codice tributo 2002. Quest’ultimo viene utilizzato anche se si decide di pagare tutta l’imposta in un’unica soluzione.

Bisogna tenere anche in considerazione l’eventuale credito IRES che si deve chiedere a rimborso oppure per compensare l’eventuale debito.

Tutti quanti prima o poi abbiamo compilato, almeno una volta nella vita, un modello F24 e per questo motivo è importante utilizzare i codici tributi in modo adeguato al fine di pagare correttamente le imposte. D’altronde tutti i tipi di società devono pagare l’IRES e per questo motivo è fondamentale sapere cosa sono e a cosa servono i codici tributo 2001 e 2002.

A questo punto abbiamo scoperto cos’è l’imposta sul reddito delle società, come viene calcolata e come pagarla attraverso gli appositi codici tributo da inserire nel modello F24. Non vi resta quindi che fare la dichiarazione dei redditi e procedere eventualmente con il pagamento di questa imposta.

Condividi
0