Troppo stress da lavoro? Dormire bene è importante

Chi lavora molto può andare incontro a problemi di insonnia causati dall’ansia e dallo stress legati alla carriera e al futuro, le preoccupazioni quotidiane, le scadenze e il poco tempo a disposizione, possono stancare moltissimo la mente e l’organismo.

Infatti, se non si riesce a dormire, le capacità produttive del giorno dopo saranno molto compromesse e questo porterà a ulteriore ansia, dando il via a un circolo vizioso dal quale è difficile uscire.

La spossatezza che si prova dopo una o due notti di insonnia è in grado di rendere più suscettibile chiunque, dormire troppo poco o male, è uno dei primi sintomi del burnout.

Per cui il sonno è fondamentale per essere attivi mentalmente e dare il massimo sul lavoro, la quantità di riposo di qualità ha sicuramente un grande impatto sulla capacità di saper affrontare sfide e risolvere problemi, per cui se si desidera mantenere i livelli di stress sotto controllo bisogna riposare bene.

Di seguito alcuni consigli per staccare dallo stress lavorativo e riposare bene durante la notte, interrompendo il circolo vizioso dell’ansia e dell’insonnia.

Designate dei confini tra lavoro e vita privata

È importante lasciarsi sempre del tempo tra quando si smette di lavorare e quando si va a dormire, dedicandosi alle cose della propria vita e quotidianità, questo permette di scaricare lo stress.

Se state in ufficio fino alle 20 e poi andate a letto nemmeno un paio d’ore dopo, questo non vi permetterà di rilassarvi e sicuramente dormirete male.

Il cervello non ha la possibilità di liberarsi dai pensieri del lavoro e questo vi farà stare svegli a lungo, per cui cercate di fare qualcosa nel tempo tra lo stacco del lavoro e il momento in cui andate a dormire.

Trasformate la vostra camera in un posto molto accogliente

Potrebbe essere banale e semplicistico ma andare a dormire dovrebbe essere un qualcosa che non vedete l’ora di fare, per cui dovete investire nella camera da letto scegliendo elementi di qualità.

Dovete avere un materasso comodo, le migliori lenzuola traspiranti, un cuscino molto comodo come il cuscino cirmolo e delle tende oscuranti che evitano che fonti di luce disturbino il sonno.

È importante rafforzare l’associazione tra la camera da letto e il dormire, in questo modo sarà più semplice pensare a questa stanza come fonte certa di relax.

Svuotate il cervello dai pensieri

Se avete la mente molto occupata e piena di pensieri che riguardano il lavoro, provate ad annotarli tutti sopra di un quaderno, in questo modo sarà molto più semplice gestire l’ansia.

Svuotare la mente dalle preoccupazioni può essere utile per rilassarsi e invece di fissare l’orologio, potreste tirar fuori tutto fino a quando la stanchezza non prende il sopravvento.

Isolatevi da tutto

Quando siete sotto stress, la mente assorba tutto quello a cui è esposta, se avete ansia, ulteriori stimoli ansiogeni come guardare il telefono o guardare la tv possono sabotare il rilassamento mentale.

Si consiglia di andare a dormire spegnendo tutto, questo dovrebbe favorire il sonno profondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *