Come scegliere le migliori piattaforme di trading online

Condividi:

Se stai pensando di accedere al mercato di trading online avrai bisogno di un intermediario tra te e il mercato virtuale, ovvero, le piattaforme di trading.

Nel concreto si tratta di siti che mettono a disposizione un software per fare investimenti. Grazie a questi broker virtuali è possibile effettuare operazioni di trading come l’apertura, la chiusura e la gestione di posizioni sul mercato.

Sono disponibili diverse piattaforme, scegliere quella migliore, soprattutto per un trader inesperto, può essere complicato, per cui ti daremo qualche consiglio utile.

Un primo aspetto fondamentale da valutare è legato alla regolamentazione del broker, in altre parole, bisogna capire se la piattaforma che si scegli è autorizzata o meno a operare.

L’ente che rilascia l’autorizzazione dipende da dove questa ha sede, ad esempio, in Italia le piattaforme di trading sono regolamentate dalla Consob. In altri paesi, un organo equivalente è CySEC.

Altri fattori da considerare sono legati all’usabilità della piattaforma, alle commissioni, all’assistenza e a tutti i servizi correlati, tra cui il conto demo come con Investous che, mette a disposizione una base di 100.000 euro per allenarsi e fare pratica.

Come deve essere una buona piattaforma di trading?

Nella scelta della migliore piattaforma di trading bisogna valutare un mix di aspetti come quelli sopracitati. Ma fondamentale è tenere in considerazione le esigenze personali come l’asset sul quale si vorrebbe effettuare l’investimento.

Inoltre, devi sapere che ci sono piattaforma che sono specializzata in Forex, altre permettono di fare trading in borsa, altre ancora per opzioni binarie e criptovalute.

Quindi, per non sbagliare, dovrai avere le idee chiare anche sul tipo di asset su cui desideri investire.

La piattaforma deve essere intuitiva, comoda da usare e avere le funzioni chiare e di facile utilizzo. controllare che siano presenti quelle basiche e quelle aggiuntive.

Potresti pensare di optare per le piattaforme che permettono di impostare Stop Loss e Take Profit su tutte le operazioni. Sono aspetti non fondamentali ma che possono in qualche modo fare la differenza.

Ad esempio, con lo Stop Loss si può indicare un livello di perdite massimo che si è disposti a sostenere su singole operazioni. Mentre con il Take Profit, si indica il livello di raggiungimento per il quale può avvenire la chiusura automatica dell’operazione.

Conto demo: perché è importante?

La possibilità di avere a disposizione un conto demo può essere importante per chi è alle prime armi con il trading online. Infatti, se non sei un esperto e vuoi iniziare a investire senza perdere i tuoi soldi, scegliere una piattaforma che rende disponibile un conto DEMO, può aiutarti a far pratica e capire le dinamiche, prima di iniziare a fare sul serio.

Se sei un trader esperto, la modalità demo non è un requisito fondamentale per la scelta del broker.

Quindi, perché importante il conto demo? Se sei inesperto e vuoi fare pratica senza investire in soldi veri, scegliere un broker che offre questa possibilità farà la differenza.